Open PNNR
Il tuo accesso personalizzato
al Piano nazionale di ripresa e resilienza
openpolis GSSI
Condividi su
Scadenza

Decreto PCM per la riqualificazione urbana per la riduzione dell'emarginazione e del degrado sociale

Data prevista di completamento: 3° trimestre 2021
In ritardo in data 02/12/2022

Descrizione

Notifica di tutti gli appalti pubblici aggiudicati ad almeno 300 comuni di oltre 15 000 abitanti per investimenti nella rigenerazione urbana per ridurre le situazioni di emarginazione e degrado sociale, con progetti in linea con gli obiettivi della RRF, compreso il principio DNSH. Le sovvenzioni sono concesse a comuni di oltre 15 000 abitanti che non sono i capoluoghi di provincia, i comuni capoluoghi di provincia o la sede della città metropolitana. I progetti di generazione urbana consistono in almeno uno dei seguenti interventi: 1. Riutilizzo e rifunzionalizzazione delle aree pubbliche e delle strutture edilizie pubbliche esistenti a fini di interesse pubblico, compresa la demolizione di opere abusive eseguite da privati in assenza o totale discrepanza dal permesso edilizio e dalla sistemazione delle aree interessate; 2. Miglioramento della qualità del paesaggio urbano e del tessuto sociale e ambientale, anche attraverso la ristrutturazione edilizia di edifici pubblici, con particolare riferimento allo sviluppo di servizi sociali e culturali, educativi e didattici; 3. Progetti di trasporto verdi, sostenibili e intelligenti. Gli importi massimi per comune sono i seguenti: 5.000.000 di euro per i comuni con una popolazione compresa tra i 15.000 e i 49.999 abitanti; 10.000.000 di euro per i comuni con una popolazione compresa tra i 50.000 e i 100.000 abitanti; 20.000.000 di euro per i comuni con una popolazione superiore a 100.000 abitanti e per i comuni capoluoghi di provincia o città metropolitane.

Ambito: Scadenza italiana
Tipo: Milestone
Organizzazioni responsabili delle misure :
Meccanismo di verifica: Controllo del sistema informativo del MEF
Fonte dati metodologia: PCM
Possibili rischi e criticità: Ritardi relativi all'emissione del decreto

Misure collegate