Open PNNR
Il tuo accesso personalizzato
al Piano nazionale di ripresa e resilienza
openpolis GSSI
Condividi su
Scadenza

Produzione aggiuntiva di biometano

Data prevista di completamento: 2° trimestre 2026
Da avviare

Descrizione

Sviluppare la produzione di biometano dalla conversione degli impianti esistenti e dai nuovi impianti ad almeno 2,3 miliardi di m3 alla fine di giugno 2026 Il biometano deve essere conforme ai criteri stabiliti nella direttiva 2018/2001 (direttiva RED II) al fine di consentire alla misura di rispettare il principio Do-No-Significant-Harm e i requisiti pertinenti della nota 8 dell'allegato VI del REGOLAMENTO (UE) 2021/241 I produttori di biocarburanti e gas biometano e di biocarburanti dovranno fornire certificati (Proof of Sustainability) rilasciati da valutatori indipendenti, come previsto dalla Direttiva 2018/2001.

Ambito: Scadenza europea
Tipo: Target
Organizzazioni responsabili delle misure : MINISTERO DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA
Unità di misura: m3
Indicatore di partenza: 600.000.000
Obiettivo finale: 2.300.000.000
Meccanismo di verifica: Il processo di finanziamento sarà monitorato dall'Autorità di Gestione con cadenza semestrale, con la conseguente possibilità di modificare il quadro necessario per l'attuazione del provvedimento. L'attività sarà gestita dal MITE con il GSE e il Comitato bio del MITE.
Fonte dati metodologia: MITE, GSE
Possibili rischi e criticità: La stima delle percentuali di impianti che potrebbero aderire alla misura, pur essendo ipotizzata secondo criteri prudenziali (70% del biogas passa al biometano alla scadenza dell'incentivo elettrico) è per sua natura soggetta a possibili variazioni in funzione di una moltitudine di fattori. Gli interventi previsti devono essere accompagnati da una nuova normativa nazionale che, in linea con le disposizioni del PNIEC, preveda un sistema di promozione dell'uso del gas rinnovabile con sostegno agli investimenti (40%) e con pagamento di Feed in Tarif per 10 anni e Garanzia di Origine. La chiarezza della normativa comunitaria, in particolare la revisione dell'allegato IX parte A del RED2, sul materiale utilizzabile nel digestore (ad esempio dei residui e sottoprodotti delle attività agricole, zootecniche e agroalimentari), così come del concetto di seconde colture e colture intercalari, appare fondamentale per lo sviluppo dell'intervento.

Misure collegate

Indicatore di realizzazione:
Anno Previsto Effettivo
20 0.0 0
21 0.0 0.0
22 0.0 6.25
23 25.0
24 55.0
25 85.0
26 100.0