Open PNNR
Il tuo accesso personalizzato
al Piano nazionale di ripresa e resilienza
openpolis GSSI
Condividi su
Scadenza

Firma delle convenzioni per la riqualificazione e l'incremento dell'edilizia sociale da parte delle regioni e delle province autonome (compresi comuni e/o città metropolitane situati in tali territori)

Data prevista di completamento: 1° trimestre 2022
Completata in data 23/03/2022

Descrizione

Firma delle convenzioni per la riqualificazione e l'incremento dell'edilizia sociale da parte di almeno 15 regioni e province autonome (compresi comuni e/o città metropolitane situati in tali territori); Firma delle convenzioni con almeno 15 regioni e province autonome partecipanti ai progetti. Edifici, nuove strutture di edilizia residenziale pubblica per: · riqualificare, riorganizzare e aumentare i beni destinati all'edilizia residenziale pubblica; · rifunzionalizzare aree, spazi e proprietà pubbliche e private anche mediante la rigenerazione del tessuto urbano e socioeconomico; · migliorare l'accessibilità e la sicurezza delle aree urbane e mettere a disposizione servizi e infrastrutture urbane e locali; · rigenerare le aree e gli spazi già costruiti, aumentando la qualità ambientale e migliorando la resilienza ai cambiamenti climatici anche mediante interventi che hanno un impatto sull'addensamento urbano; · individuare e utilizzare modelli e strumenti innovativi di gestione e inclusione, benessere sociale e urbano, nonché processi partecipativi.È inteso che le unità abitative e gli spazi pubblici sostenuti devono beneficiare degli interventi descritti nel relativo traguardo

Ambito: Scadenza europea
Tipo: Milestone
Organizzazioni responsabili delle misure : MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITA' SOSTENIBILI
Meccanismo di verifica: L'Alta Commissione ministeriale effettuerà l'indagine dei progetti e il monitoraggio durante l'attuazione (avanzamento, varianti, completamento dei lavori, collaudo, consegna) per l'assegnazione delle risorse.
Fonte dati metodologia: Regioni, città metropolitane e comuni che beneficiano dell'intervento attraverso la trasmissione di relazioni intermedie, varianti, ecc. fino al termine dell'attuazione del progetto
Possibili rischi e criticità: L'assegnazione dei fondi si sviluppa secondo i tempi definiti dal D.I. n. 365 del 16 settembre 2020 e nel rispetto della normativa vigente, in modo da evitare ritardi o contestazioni nell'assegnazione. Tuttavia, poiché i soggetti pubblici oggetto di finanziamento sono direttamente responsabili della realizzazione degli interventi, il rispetto dei tempi (a partire dall'assegnazione dei lavori fino al controllo e al tracciamento dei tempi di assegnazione e alla corretta attuazione delle procedure) potrebbe dare luogo a criticità. Il Programma prevede anche la partecipazione di soggetti privati che potrebbero costituire potenziali elementi di rischio aggiuntivi

Misure collegate

Cosa succede

23/03/2022

La scadenza ha lo status completato.

28/12/2021

La scadenza ha lo status in corso.

07/10/2021

La scadenza ha lo status in corso.