Open PNNR
Il tuo accesso personalizzato
al Piano nazionale di ripresa e resilienza
openpolis GSSI
Condividi su
Scadenza

Entrata in vigore della legislazione attuativa per la riforma del quadro in materia di insolvenza

Data prevista di completamento: 4° trimestre 2021
Completata in data 06/11/2021

Descrizione

La riforma del quadro in materia di insolvenza deve comprendere almeno i seguenti provvedimenti: i) il riesame delle modalità di risoluzione extragiudiziale per individuare i settori in cui possono essere necessari ulteriori miglioramenti al fine di incentivare le parti interessate ad avvalersi maggiormente di tali procedimenti; ii) l'attuazione di meccanismi di allerta precoce e di accesso alle informazioni prima della fase di insolvenza; iii) il passaggio alla specializzazione degli organi giudiziari (sezioni specializzate in diritto commerciale/procedure di insolvenza), come pure istituzioni per la fase pregiurisdizionale, al fine di gestire i procedimenti di insolvenza; iv) la certezza che i creditori garantiti siano pagati in primo luogo (ossia prima dei crediti fiscali e dei crediti da lavoro); v) la possibilità per le imprese di accordare diritti di garanzia non possessori. Come complemento della riforma in materia di insolvenza occorre garantire la formazione e la specializzazione del personale delle autorità giudiziarie e amministrative che si occupa della ristrutturazione come pure la digitalizzazione generalizzata delle procedure di ristrutturazione e di insolvenza e la creazione di una piattaforma online per la risoluzione extragiudiziale delle controversie, in particolare nella fase di pre-insolvenza, il cui uso deve essere incentivato per ridurre il carico del sistema giudiziario (richieste di ristrutturazione pre-insolvenza, promozione delle ristrutturazioni multilaterali, possibilità di procedure e di risoluzioni automatizzate pre-approvate per i casi relativi a importi di bassa entità). Una tale piattaforma online deve garantire inoltre l'interoperabilità con i sistemi informatici delle banche, così come con altre autorità pubbliche e banche dati, in modo da garantire uno scambio rapido, per via elettronica, di documentazione e di dati fra debitori e creditori. A tal fine il richiedente (il debitore) dovrebbe dare il proprio consenso allo scambio dei dati personali in osservanza del GDPR e tale disposizione dovrebbe essere inclusa nella legge. La riforma deve istituire un registro delle garanzie reali.

Ambito: Scadenza europea
Tipo: Milestone
Organizzazioni responsabili delle misure : MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
Meccanismo di verifica: Pubblicazione della normativa richiesta nella GU
Fonte dati metodologia: Min. Giustizia
Possibili rischi e criticità: Per questa milestone i rischi sono legati alla durata dei processi legislativi

Misure collegate

Indicatore di realizzazione:
Anno Previsto Effettivo
20 0.0 0
21 30.0 30.0
22 100.0 82.5
23 100.0
24 100.0
25 100.0
26 100.0
Indicatore di realizzazione:
Anno Previsto Effettivo
20 0.0 0
21 24.0 24.0
22 78.33 65.58
23 100.0
24 100.0
25 100.0
26 100.0

Scadenze collegate

Cosa succede

06/11/2021

La scadenza ha lo status completato.

06/11/2021

La scadenza ha lo status completato.

23/09/2021

La scadenza ha lo status in corso.